Il ricordo della strage di Capaci nel Cielo di Pitagora
31 Maggio 2020

L’assessorato all’istruzione, università e ricerca della Regione Calabria, diretto dalla scienziata Sandra Savaglio, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e le Consulte studentesche hanno celebrato il 28° anniversario della strage di Capaci coinvolgendo la Nuova Scuola Pitagorica. Un’iniziativa del tutto nuova che ha portato una riflessione sul fenomeno criminale sotto una veste inedita, il cielo di Pitagora: “Le leggi non sono buone se non sono basate sulla giustezza”.

«Nel giorno in cui tutta Italia ricorda Giovanni Falcone, la sua scorta e sua moglie, Francesca Morvillo – la Regione Calabria ha affrontato il tema “puntando lo sguardo al cielo attraverso il pensiero di Pitagora”, perché Falcone è una delle vittime del grande male, del disordine etico a cui il mondo assiste attraverso la deriva delle mafie. Dalla Calabria, a difesa dell’ordine universale, si eleva la voce di Pitagora. Lui, da matematico aveva esplorato in profondità le cause del male sociale. I suoi cinque principi etici servivano a combatterlo e ad indicare la strada della convivenza universale».

«Insieme all’assessore Savaglio hanno preso parte all’iniziativa la coordinatrice regionale Consulte studentesche Franca Falduto, il presidente regionale Consulte studentesche Giovanni Carè e Salvatore Mongiardo della “Nuova Scuola Pitagorica”».

L’evento è stato trasmesso in diretta streaming. Qui il link al video.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *