La Nuova Scuola Pitagorica

non ha verità preconcette da diffondere, né precetti da dare, ma intende adoperare la presa di coscienza e consapevolezza come mezzo per risolvere i conflitti dentro la persona e dentro la società.

L’Associazione si propone di sviluppare progetti e collaborazioni per promuovere studi, incontri, convegni, confronti, seminari, dibattiti, eventi, mostre e azioni per il raggiungimento degli obiettivi comuni e associativi. Sono previste forme di partecipazioni e sponsorizzazioni con altre realtà e organizzazioni affini.

La NSP si prefigge inoltre di stimolare e favorire la nascita di un’Accademia Mondiale Antiviolenza per lo studio e la prevenzione della violenza umana, un’iniziativa che coinvolga studiosi di ogni estrazione culturale, sociale e geografica. La violenza è un male antichissimo che ha proliferato in tutte le forme culturali, religiose, sociali, familiari, produttive, militari, comportamentali, sessuali, eppure non esiste un centro mondiale che si dedichi alla promozione e al coordinamento degli studi sulla violenza. Questa proposta parte da Crotone come continuazione del grandioso progetto iniziato da Pitagora e dimenticato per oltre due millenni.

In modo particolare la Nuova Scuola Pitagorica vuole promuovere il ruolo attivo delle donne, che Pitagora accolse nella sua Scuola accanto agli uomini, e che si unirono per lui in un’associazione: il tiaso. Oggi, la partecipazione della donna in ogni ambito della gestione del potere fino ad arrivare a capo dei governi, è uno dei principali misuratori dell’efficacia operativa della Nuova Scuola Pitagorica.

L’Associazione è aperta a partecipanti provenienti da ogni nazione senza alcuna preclusione di età o competenze, e le attività, le iniziative e gli incontri si svolgono in qualunque parte del mondo si ritenga opportuno.

RICHIEDI INFORMAZIONI