“Parliamo di Pitagora”: l’evento organizzato dalla Nuova Scuola Pitagorica ha rappresentato un importante momento di confronto culturale e filosofico, di scambio di idee e informazioni, orientato principalmente alle guide turistiche ma anche ai tanti professori, appassionati e curiosi che hanno potuto liberamente partecipare a questo primo lieto incontro, avvenuto l’11 febbraio presso il Museo Giardini di Pitagora a Crotone.

La Nuova Scuola Pitagorica ha infatti tra i suoi obiettivi proprio quello di coinvolgere, con armonia, persone e organizzazioni, per riscoprire, studiare, diffondere e valorizzare i principi universali pitagorici che sono alla base dell’essere.

Nell’occasione sono quindi emersi vari spunti di riflessione e analisi filosofiche alla ricerca del Pitagora storico, ai punti di forza da utilizzare anche in chiave divulgativa e turistica per supportare la comunicazione e lo sviluppo della città pitagorica e di quella che fu Magna Grecia.

Tra i tanti argomenti citiamo la nascita, grazie a Pitagora e alla sua scuola italica, del termine filosofo, coniato a Crotone, del termine cosmo, la grande influenza tra gli altri su Platone, il quale frequentò per lunghi anni Crotone e i pitagorici, la psyché intesa come vita, un tutt’uno tra anima e corpo, la conciliazione tra l’elemento femminile e maschile, il rispetto degli animali e della natura, basando il tutto sulla famosa filìa, l’amicizia.

Tra i presenti all’incontro, oltre ai tanti professionisti e membri della NSP venuti anche da altre città d’Italia, e ai relatori il filosofo Salvatore Mongiardo, l’archeologo Francesco De Marco e il Prof. Francesco Lopez, ha partecipato la Prof.ssa Antonella Cosentino, vice-sindaco e assessore alla cultura, che ha rinnovato il ringraziamento alla Nuova Scuola Pitagorica per gli spunti culturali e organizzativi offerti sin dall’insediamento della nuova Amministrazione Comunale, annunciando primo fra tutti il gemellaggio internazionale con l’isola di Samo in Grecia, arrivato alle fasi ministeriali conclusive dell’iter burocratico e che culmineranno quindi a breve con la solenne cerimonia ufficiale che darà il via alla connessione e collaborazione. La vice-sindaco ha inoltre garantito la piena volontà e disponibilità a supportare tutte le iniziative atte al recupero e allo sviluppo culturale.

In un ottica organica di sinergia, crescita e armonia, proseguiranno le attività e gli incontri formativi rivolti alle guide e agli operatori turistici, ma anche ai docenti, professori e al mondo dell’istruzione di ogni ordine e grado, garantendo la massima libertà di confronto e partecipazione.